As part of the Unified Community Platform project, your wiki will be migrated to the new platform in the next few weeks. Read more here.

Drago non morto

Da Conan Exiles Wiki.
Drago non morto
Drago non morto
Statistiche
HP 23912
Corazza 53
KB Difesa 1000
XP Base 37800
Dettagli
Gruppo Demone
Temperamento Aggressivo
Bioma Deserto
Luogo La dolina
Rilasci Ossa, Ossa di drago, Corno di drago, Sangue di demone, Stella del Campione
Patch 1.0
Disambig.png This article is about the undead variant. For other variants, see Dragon.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il Drago non morto è una creatura in Conan Exiles. È l'insieme dei resti scheletrici di un drago resuscitato. Si aggira fra le sabbie dell'Arena. Questa bestia terrificante, un tempo, era il drago più forte fra quelli allevati dai Re giganti per combattere nell'Arena. Fu ucciso da Tyros che sfruttò la sua natura per metà gigante.

Combattimento[modifica | modifica sorgente]

Occasionalmente:

  • sputa fuoco ai suoi bersagli. Il suo soffio infuocato provoca gravi danni alla salute ed è un attacco circolare a forma di cono, di media portata.
  • scuote la testa strattonando letteralmente i nemici con un colpo diretto.

Uccidendolo si completa una fase dell'avventura.

Rilascia la Stella del Campione, necessaria per il completamento della trama principale del gioco.

Localizzazione[modifica | modifica sorgente]

Il Drago non morto è localizzato nella Dolina dell'Arena, un insieme di rovine che ospitano anche un serpente gigante.

Note[modifica | modifica sorgente]

  • Il drago non morto è un boss possibile, fra le creature non morte, della Purificazione.
  • È la creatura non morta più grande del gioco.
  • Fra tutti i draghi, il drago non morto ha un corno peculiare. Nelle altre specie, le corna sono inclinate verso l'interno e puntano in avanti, le corna del drago non morto puntano verso l'esterno e si allontanano dal cranio.
  • Nonostante sia essenzialmente una carcassa di drago decomposta e mummificata, a quanto pare, conserva ancora gli organi e i muscoli necessari per soffiare il fuoco.

Media[modifica | modifica sorgente]